Eduardo Estatico

Chi sono

 

Eduardo

Nato a Napoli il 26 agosto 1985, Eduardo Estatico frequenta la cucina fin da bambino, la sua passione lo porta molto presto alla Scuola internazionale di cucina italiana ALMA ed è il maestro ed ex direttore didattico Luciano Tona
ad indicargli la strada verso l’alta cucina e poi la filosofia di Gualtiero Marchesi.
 
Vanta esperienze lavorative nelle cucine di grandi Chef anche oltreoceano, dove lavora al ristorante “Caruso” di Philadelphia.
 
Rientrato in Italia, ancora molto giovane, lavora al ristorante “La Peca” Lonigo,Vi, 2 stelle Michelin.
Hotel Bauer di Venezia, 5 stelle Lusso, ristorante “Casa del Nonno 13” Mercato San Severino, Salerno, 1 stella Michelin. Ristorante “Sin” presso hotel Boscolo Aleph, Roma.
Dal dicembre 2012 a 2018 ricopre il ruolo di Executive Chef al Ristorante “JKitchen” presso hotel JK Place, Capri, 5 stelle Lusso. Nel novembre 2017 lo Chef Eduardo Estatico progetta ex novo il ristorante, Pinturicchio 40, Roma, facendo della matrice napoletana non una forma di campanilismo, ma un atteggiamento rispettoso verso i modi di cucinare distanti.
Il suo spirito partenopeo si traduce nella capacità di rendere ”casa” anche ciò che apparentemente non è.
 
Grande appassionato del teatro umoristico di Eduardo De Filippo tanto che spesso ne trae ispirazione per alcuni suoi piatti, deve molto alla sua napoletanità, di cui ne è orgoglioso. Del suo lavoro né fa uno studio e non smette mai di mettersi in discussione attraverso continui aggiornamenti e confronti, perché ancora qualcuno pensa che per fare il cuoco non bisogna studiare. Dal 2019 ricopre il ruolo di direttore didattico, nella scuola di formazione dell’Alta cucina per la Toffini Accademy.
 
È la curiosità il motore di tutto.
Dalla sua famiglia e dalle nonne, la memoria del gusto dei succhi di frutta e delle conserve fatte in casa, dal sapore forse più forte e granuloso al palato.
La Memoria del Palato è innata! o c’è l’hai o non c’è l’hai, il palato è cosa diversa dal gusto”.
Tra le sue passioni c’è lo studio della storia, la scoperta di luoghi incantati e fermi nel tempo.
 
Grande appassionato di libri di gastronomia tanto da avere una collezione molto ampia di libri introvabili.
La condivisione, che per Eduardo ha un significato enorme, lo spinge a metterli a disposizione per chi volesse consultarli ma non può permetterselo.
Basta scrivere a info@eduardoestatico.it
 
Fa parte dell’associazione CHIC, Charming Italian Chef.
 
Autore del libro:
L’arte di cucinare alla napoletana.
Edito da Newton Compton
Più di 200 ricette tradizionali e curiosi aneddoti in un libro che è un vero babà

La mia filosofia

Il ristorante è un po’ come un teatro, la cucina il mio retropalco.

Per i miei piatti traggo spesso ispirazione dalla grande passione che ho per Eduardo De Filippo e per la tradizione a me più cara, quella campana. E’ infatti nella reinterpretazione che i miei piatti prendono forma e colori, per rendere omaggio alla mia terra e ai sapori della mia infanzia. Nella mia cucina ci sono tantissimi ricordi, molto studio, ore di sudore ai fornelli alla ricerca della cottura perfetta e un’infinità di influenze ed ispirazioni.

Gioco con la stagionalità e la genuinità dei prodotti del mio territorio, scegliendo materie prime di qualità

  • "Provo una profonda ammirazione per il classico, senza il quale, a mio modesto parere, non si potrebbe interpretare una cucina moderna o contemporanea."

Dicono di me

Non stupisce che la sua cucina riesca a fondere tradizione e innovazione, memoria mediterranea e tocchi internazionali.

Charming Italian Chef